Nessun commento

Genova, anche l’oratorio di Coronata nell’edizione dei Rolli 2022

Genova riapre gli antichi palazzi Patrimonio Unesco per un’edizione dei Rolli Days di primavera arricchita di un’esperienza unica: il “Progetto Superbarocco” che sino al 10 luglio, in concomitanza con la mostra allestita alle Scuderie del Quirinale a Roma, offre al pubblico un approfondimento al Barocco genovese, una straordinaria stagione della cultura artistica della nostra città.

Tutta la città è dunque coinvolta in una sorta di museo diffuso attraverso la rassegna “I Protagonisti – Capolavori a Genova 1600 – 1750”: i principali musei cittadini e alcune altre sedi di grande fascino ospitano esposizioni tematiche, dedicate a un singolo protagonista della scena genovese, mentre al Palazzo Ducale è allestita la mostra La forma della meraviglia. Capolavori a Genova 1600 – 1750, che sabato 14 e domenica 15 maggio sarà visitabile gratuitamente per festeggiare il trentesimo compleanno dell’istituzione.

Anche i Rolli Days partecipano al Progetto Superbarocco, aprendo palazzi, ville, chiese, oratori (alcuni per la prima volta, come l’Oratorio di Coronata, raggiungibile gratuitamente con il bus di linea AMT) per mostrare la raffinatezza della cultura, ma anche delle enormi ricchezze della Genova barocca. Ambienti magnifici, sacri e profani, nel centro storico o fuori città, uniti dalla bellezza e dal gusto infallibile dei loro committenti.

Venerdì 13 maggio dalle 15 alle 19, sabato 14 e domenica 15 maggio dalle 10 alle 19, spostarsi fra i palazzi dei Rolli sarà più agevole, grazie all’isola pedonale che coinvolgerà piazza Fontane Marose, via Garibaldi, via Cairoli e via Balbi.

Accanto al programma di aperture dei Palazzi Patrimonio UNESCO e degli altri siti che si collegano alla storia della Genova barocca, questa edizione dei Rolli Days offre una ricca serie di altri appuntamenti dedicati alla scoperta del patrimonio artistico e culturale della città.

Sabato 14 maggio si celebra in tutta Europa la Notte dei Musei, e anche Genova partecipa a questo evento magico; uno spettacolo del Teatro Pubblico Ligure riempie di voci e di emozioni l’Abbazia del Boschetto; vengono presentati i risultati della call Rolli Lab, dedicata alla promozione partecipata del sito UNESCO.

Ma soprattutto, grazie alla collaborazione con l’Arcidiocesi di Genova, durante questa edizione dei Rolli Days viene presentato il progetto La Custodia del Sacro – Sacrestie Aperte che riprende il modello Chiese Aperte, che ha riscosso un grande successo aprendo ai visitatori le più importanti chiese del centro storico.

Aprono le porte anche alcune sacrestie, ambienti di servizio, legati alla vita della Chiesa che si esprime nella liturgia e che conservano gelosamente i beni destinati al culto raccolti nel corso dei secoli.

 Sono quattro le sacrestie visitabili per la prima volta durante i Rolli Days: la monumentale sacrestia di San Filippo, ispirata a Borromini, dalle pareti scandite da lesene e quadrature incorniciate da finte finestre, di cui viene presentato in questa occasione anche l’importante restauro conservativo realizzato grazie al contributo di Compagnia di San Paolo; San Siro, la più grande sacrestia a Genova, con armadi in noce realizzati a fine Seicento, dipinti di Domenico Piola e Gregorio De Ferrari e l’immensa pala con l’Ultima Cena di Orazio De Ferrari; Santa Maria delle Vigne, con due ambienti adiacenti arredati con alti armadi in legno di noce intagliato realizzati fra il 1640 e il 1660 da ebanisti genovesi e che conservano arredi cinque e seicenteschi; Santa Maria di Castello, con il magnifico arredo in noce settecentesco di Stefano Porcile e la pala d’altare con San Sebastiano (1738) di Giuseppe Palmieri.

Le visite agli spazi monumentali più importanti della città saranno poi accompagnate da un ricco programma di eventi collaterali che vedranno musica classica, barocca e contemporanea alternarsi a performances teatrali all’interno dei siti aperti sia in orario diurno che serale.

Palazzo Antonio Doria  – appartamento di rappresentanza della Prefettura – Novità
Palazzo Pallavicino Interiano
Palazzo Agostino Pallavicino
Palazzo Angelo Giovanni Spinola
Palazzo Pantaleo Spinola (Gambaro)
Palazzo Tobia Pallavicino
Palazzo Gio Battista Spinola (Doria)
Palazzo Nicolosio Lomellino – ingresso a pagamento
Palazzo Luca Grimaldi (Palazzo Bianco)
Palazzo Gerolamo Grimaldi (Palazzo della Meridiana) – ingresso a pagamento
Palazzo Gio Francesco Balbi
Palazzo dell’Università
Palazzo Stefano Balbi (Palazzo Reale)
Palazzo Gio Battista Centurione (Andrea Pitto)
Palazzo Francesco Grimaldi (Gallerie Nazionali di Palazzo Spinola)
Palazzo Doge Ferretto
Palazzo Doria Carcassi (Fondazione Carige)
Palazzo Banca CARIGE
Palazzo Sinibaldo Fieschi (Negrone-De Ferrari)
Palazzo Gio Battista Grimaldi
Palazzo Salvago Pinelli – Atrio

 Villa Pallavicino delle Peschiere –
Villa Imperiale Scassi
Villa Spinola di San Pietro
Villa Crosa Diana
Villa Gentile Bickley

 Sacrestia di Santa Maria di Castello
Sacrestia della Basilica di NS delle Vigne
Sacrestia di San Filippo
Sacrestia di San Siro

 Oratorio di San Giacomo alla Marina Novità
Oratorio di Coronata Novità
Chiesa di Santa Maria della Cella Novità
Basilica di NS delle Vigne (Kalatà Experience) – ingresso a pagamento

 Albergo dei Poveri – ingresso a pagamento
Teatro Carlo Felice
Archivio del Magistrato di Misericordia
Abbazia di San Nicolò del Boschetto

Foto Razzore, ilCorniglianese

Ti può interessare anche
Tags:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu