Nessun commento

“IO NON RISCHIO”: CAMPAGNA NAZIONALE PER LE BUONE PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE

Il 15 e 16 ottobre volontari in piazza a Genova. Il 15 e 16 ottobre, in contemporanea con le altre città italiane, anche Genova partecipa alla campagna nazionale della Protezione civile  “Io non rischio”. Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio terremoto e il rischio alluvione, l’appuntamento è nelle piazze Matteotti e San Lorenzo.

Oltre al punto informativo, anche quest’anno i volontari di Gepro Liguria, Anpas, Fin comitato regionale ligure, Misericordie, Croce Rossa italiana comitato di Genova e del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile e antincendio boschivo denominato Gruppo Genova invitano i cittadini genovesi ad un appuntamento speciale:

la piazza virtuale potrà essere seguita alla pagina facebook @iononrischioGenova che pubblicherà interventi di testimonial del mondo scientifico, dello spettacolo e dello sport, sulle buone norme di protezione civile. I canali social che ospiteranno l’iniziativa dovranno utilizzare sempre l’hashtag #iononrischio2022

Una due giorni che ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e la conoscenza delle buone pratiche di protezione civile, accrescendo al contempo la consapevolezza dei rischi naturali presenti sul nostro territorio. Fondamentale per la Campagna è il ruolo attivo dei cittadini che potranno informarsi e confrontarsi nelle piazze, fisiche e digitali, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media. Una importante occasione per fornire spunti e approfondimenti sui rischi e sui comportamenti utili da adottare per proteggere sé stessi e l’ambiente in cui si vive.

A livello nazionale “Io non rischio” si svolgerà in circa 600 Comuni e vedrà l’impegno di 8400 volontarie e volontari appartenenti a oltre 770 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia.

“Io non rischio” è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica), Fondazione Cima (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale), Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Ti può interessare anche
Tags:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu