Nessun commento

Siccità, allarme in Liguria: primi razionamenti nell’Imperiese

“Regione Liguria sta monitorando e tenendo sotto costante controllo la situazione idrica nella nostra regione. All’inizio della scorsa settimana abbiamo riunito l’Osservatorio dei corpi idrici che, presieduto da Regione Liguria e dall’autorità di bacino dell’Appennino settentrionale, raggruppa tutti i soggetti gestori. Nei prossimi giorni, con gli esiti dell’Osservatorio alla mano, decideremo quali misure di indirizzo intraprendere e quindi trasmettere ai Comuni e agli Enti gestori Ato provinciali, che restano i titolari delle azioni da intraprendere direttamente sul territorio”. Così il presidente della Regione Liguria, Toti, e l’assessore alla Protezione civile della Regione Liguria, Giampedrone, in relazione alla siccità che sta colpendo la Liguria (e tutto il Paese). “Per quanto riguarda i numeri mediamente a Genova, da gennaio a giugno compresi, cadono 537,8 mm: quest’anno ne sono caduti 100,6. Situazione analoga negli altri capoluoghi: a Spezia su una media di 722,3 ne sono caduti 233,8. A Savona su una media di 422,3 ne sono caduti 115,6, a Imperia su una media di 327,2 ne sono caduti 90”. A Imperia e Genova non piove da circa 40 giorni. Le ultime precipitazioni registrate nei capoluoghi sono state di lieve entità: 6,2 a Savona; 1,4 a Genova; 1,4 alla Spezia, 4,6 mm a Imperia. E proprio nell’Imperiese sono già nove i comuni i cui sindaci hanno pubblicato un’ordinanza per razionare l’uso dell’acqua potabile da parte dei privati cittadini. L’acqua può essere usata solo per motivi alimentari o igienico sanitari. Vietato dunque annaffiare le piante, lavare l’auto e sprecare l’acqua in tempo di siccità persistente.

I comuni sono Borghetto d’Arroscia, Diano Arentino, Dolcedo, Molini di Triora, Pieve di Teco, Pontedassio, Prelà, Vasia e Vessalico.

Ti può interessare anche
Tags:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu