Nessun commento

Bolzaneto, nasce il nuovo polo dell’agroalimentare

Un centro dell’agroalimentare, che comprenderà i mercati all’ingrosso ortofrutticolo e florovivaistico, avrà la propria sede all’interno della piastra logistica di Genova Bolzaneto. Lo ha deciso la giunta comunale su proposta degli assessori al Commercio Paola Bordilli e dei Lavori Pubblici Pietro Piciocchi.

«La creazione di un nuovo e unico polo mercatale, ortofrutticolo e florovivaistico – spiega l’assessore Bordilli – darà la possibilità di efficientare gli accessi e la logistica, fare una promozione coordinata delle produzioni, anche nelle fiere internazionali di settore, una gestione integrata che abbatta i costi e ottimizzi le risorse della nuova struttura florovivaistica di via Sardorella. Un risultato importante per la città e fortemente voluto dalla nostra amministrazione che in questi anni ha investito molto sulla riqualificazione dell’esistente e ha puntato, come nel caso del mercato floricolo, su una nuova struttura, attesa da tempo dagli operatori e dai fruitori dei servizi. Ringrazio gli uffici comunali, Spim, Sgm, Camera di commercio e tutti gli operatori con cui ci siamo confrontati».

Proseguono i lavori, secondo il cronoprogramma, di realizzazione del nuovo mercato dei fiori in via Sardorella, di proprietà di Spim Genova spa, la società immobiliare in house del Comune di Genova. «La nuova struttura sarà terminata, come annunciato, a giugno – spiega l’assessore Piciocchi – i lavori procedono alacremente, con il completamento delle capriate in legno. Il nuovo mercato floricolo sarà una struttura all’avanguardia, efficiente dal punto di vista energetico e ambientalmente sostenibile. La creazione di un hub unico per le produzioni, dai fiori alla frutta e la verdura, consentirà di ottimizzare la logistica, con ricadute positive non solo sul lavoro degli operatori ma anche sul contesto della viabilità della val Polcevera, e la città di Genova avrà un unico polo per la produzione floroagricola di respiro finalmente internazionale».

Oggi operano all’interno del mercato ortofrutticolo all’ingrosso, 26 grossisti e 22 imprese della logistica con 600 dipendenti, 2.000 accessi giornalieri tra clienti e fornitori e un fatturato da 250 milioni all’anno. Circa 20 gli operatori floricoli che operavano nel vecchio mercato.

La gestione dell’hub sarà di Sgm-Società gestione mercato, che già amministra il Centro Agroalimentare di Bolzaneto: attraverso un’estensione della convenzione esistente, gestirà anche il Mercato dei Fiori senza oneri per il Comune di Genova.

Il nuovo mercato dei fiori, il cui progetto è stato redatto dalla Direzione Progettazione del Comune di Genova e condiviso con i fioristi sotto il coordinamento della Direzione Sviluppo del Commercio, avrà una struttura modulare, interamente prefabbricata in legno, rivestita esternamente con sistemi molto performanti dal punto di vista energetico. Verrà realizzato un unico ambiente a tutt’altezza, suddiviso internamente in aree funzionali destinate a servizi, stand (oltre 1000 mq), locali tecnici. Occuperà una superficie complessiva di 6.000 mq, di cui 2.000 coperti per un costo complessivo di 3.270.000 euro. 

Ti può interessare anche

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu