Nessun commento

Patente autotrasporto. Riconosciuto buono pari all’80% della spesa per la formazione

“La carenza di autisti nel settore autotrasporto è un tema sempre più centrale nell’anno che si sta per concludere. In Italia mancano circa 20mila autisti per completare il fabbisogno del comparto del nostro Paese.” esordisce il Presidente di FAI Liguria Davide Falteri.

A questo proposito sono attivi progetti che nel tempo stanno dando risultati per cercare di dare soluzioni e aiuti concreti al superamento di un problema annoso come quello della mancanza di autotrasportatori.

Tra questi c’è una piattaforma al servizio dell’autotrasporto per far fronte alla carenza di autisti incrociando la domanda e l’offerta. Si chiama Global Recruitment ed è nata  in Liguria da alcuni mesi, ma già attiva in tutta Italia, e comprende un progetto di formazione presente attualmente in 8 regioni: Piemonte, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto, Puglia, Marche e Liguria. Gli autisti e le aziende possono iscriversi direttamente su www.consorzioglobal.com/global-recruitment .

Un progetto che, dopo i riscontri positivi sia in Liguria che nel resto dell’Italia, anche FAI Liguria sta promuovendo, con la partnership tecnica di Consorzio Global e la sinergia di UNASCA. Ad oggi la rete del progetto fa riferimento a circa 200 autoscuole presenti a livello nazionale.

“Il Global Recruitment – spiega il Presidente di FAI Liguria Davide Falteri –  è uno strumento pensato per le aziende che cercano autisti professionali e aspiranti autisti in cerca di un posto di lavoro. Il nostro progetto è finalizzato al sostegno sia del lavoratore che delle imprese, mettendo insieme anche parti sociali e associazioni di categoria. Uno stimolo in più a questa iniziativa è arrivato proprio in questi giorni. Sono stati definiti infatti i termini e le modalità di presentazione delle domande per il buono patente autotrasporto.”

Questa opportunità è inserita nel Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto che incentiva la formazione di nuovi conducenti per il settore dell’autotrasporto attraverso l’erogazione di benefici finalizzati a finanziare i costi del conseguimento dei titoli e delle abilitazioni professionali per la guida dei mezzi destinati all’attività di autotrasporto di persone e mezzi e sarò attivo fino al 31 dicembre 2026. Il Fondo ha una dotazione pari a 3,7 milioni di euro per l’anno 2022 e a 5,4 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026.

La piattaforma informatica “Buono patenti” è accessibile direttamente o dal sito del MIMS, che consente la registrazione dei beneficiari e l’accreditamento delle autoscuole accreditate.

Possono beneficiarne tutti i cittadini italiani ed europei che – nel periodo tra il 1° marzo 2022 e il 31 dicembre 2026 – abbiano un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, e che intendano conseguire le patenti di guida per il trasporto di merci C, C1E, CE e la carta di qualificazione del conducente CQC.

A ciascun beneficiario è riconosciuto un Buono pari all’80% della spesa per la formazione necessaria al conseguimento dei titoli abilitatiti (patente e CQC) per un importo massimo di 2.500 euro.

Sarà necessario per i beneficiari del buono conseguire la patente e, eventualmente, anche la carta di qualificazione del conducente entro 18 mesi dalla relativa attivazione.

Ti può interessare anche

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu