Nessun commento

Peste Suina

Peste Suina

PESTE SUINA: L’ORDINANZA MINISTERIALE

Pubblicata l’Ordinanza Ministeriale  sulla Peste Suina e sul divieto di attività venatoria e altre attività all’aperto. Secondo tale ordinanza risultano
VIETATI:

attività venatorie di qualsiasi tipologia (i servizi regionali competenti, su richiesta degli interessati, possono autorizzare la caccia di selezione sulla base di una valutazione tecnica che tenga conto della natura dell’attività e delle specifiche caratteristiche dell’area coinvolta) raccolta dei funghi e dei tartufi, pesca, trekking, mountain biking, tutte le altre attività che, prevedendo l’interazione diretta o indiretta con i cinghiali infetti o potenzialmente infetti, comportino un rischio per la diffusione della malattia.

CONSENTITO- attività connesse alla salute, alla cura degli animali detenuti e selvatici nonché alla salute e cura delle piante, comprese le attività selvicolturali.

I servizi regionali competenti, su richiesta degli interessati, possono autorizzare, su motivata e documentata richiesta, lo svolgimento delle attività vietate, sulla base della valutazione del rischio da parte del CEREP.

Tale Ordinanza risulta fortemente impattante per i nostri territori da un punto di vista turistico, promozionale ed economico per le attività produttive connesse. Ci siamo pertanto attivati con gli enti preposti perché si possono trovare soluzioni che consentano l’accesso e la fruizione in sicurezza dei nostri territori boschivi.

Qui di seguito sono scaricabili i documenti relativi alla istituzione di una zona infetta a seguito di conferma di casi di peste suina africana nei selvatici.

Ti può interessare anche

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu