Nessun commento

I FEEL GOOD IN BIBLIOTECA e INTORNO AL PONTE SAN GIORGIO: anche il circo contro il disagio e la solitudine dei giovani

Due progetti nell’ambito delle politiche per i giovani, in particolare per il contrasto di situazioni di disagio e degrado, sono stati approvati dalla giunta comunale, per partecipare a due bandi finanziati da Regione Liguria e dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Si tratta di “I feel good in biblioteca” e “Intorno al ponte San Giorgio”, per un totale di circa 180.000 euro. “I progetti coinvolgeranno tre biblioteche: la Cervetto di Rivarolo, la Benzi di Voltri e la De Amicis nel Porto Antico – spiega l’assessore Corso – le attività proposte vanno incontro alla richiesta, sicuramente crescente, di occasioni di socialità e spazi di aggregazione, dove i giovani possano confrontarsi e accrescere le proprie competenze. Le biblioteche che saranno coinvolte si affacciano su territori differenti tra loro e quindi potranno diventare un polo di riferimento di socialità per un’ampia platea di giovani e giovanissimi. Inoltre, il progetto ‘Intorno al Ponte San Giorgio’ è stato pensato per i ragazzi e i giovani adulti che saranno coinvolti in attività che hanno l’obiettivo di conoscere i propri limiti e poterli superare in un percorso di crescita. Gli anni della pandemia, delle limitazioni, di mancate occasioni di socialità, a partire dalla Dad, hanno lasciato il segno nei giovani e non solo: è compito delle istituzioni supportare le nuove generazioni, fornendo loro ogni strumento utile per ritrovarsi a pieno”.

L’obiettivo del progetto “I feel good in biblioteca” è offrire ai giovani un accesso più ampio possibile alle biblioteche, intese non solo come luoghi di fruizione del patrimonio librario, ma anche come sedi di dialogo, di iniziative culturali, ludiche e formative. Le proposte sono state formulate con un’attenzione particolare alle fasce più deboli, in particolare ragazzi diversamente con disabilità di età tra i 14 e 19 anni.  Le attività prevedono: laboratori di fumetto e scrittura creativa, podcast, web radio, street art e incontri incentrati su tematiche anche di prevenzione alla violenza giovanile e bullismo.

Il progetto “Intorno al Ponte San Giorgio” ha come sede la Valpolcevera e si rivolge ai giovani dai 14 ai 30 anni: è incentrato sull’insegnamento di attività circensi, equilibrismo, acrobazie e anche piramidi umane, danza e discipline aeree, tutte attività utili per imparare a conoscere e affrontare i propri limiti, le proprie paure.

(Immagine di fantasia)

Ti può interessare anche

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu