Nessun commento

Genova, amministrative 2022: chi può votare, come si vota, dove si vota il 12 giugno

AMMINISTRATIVE 2022: CHI PUÒ VOTARE, COME SI VOTA, DOVE SI VOTA

 Informazioni utili per le elezioni del 12 giugno

 Domenica 12 giugno 2022 i cittadini genovesi saranno chiamati a votare per i referendum abrogativi, per l’elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale, per l’elezione diretta dei presidenti di municipio e dei nove consigli municipali.

Le elezioni si svolgeranno nella sola giornata di domenica, dalle ore 7 alle ore 23.

CHI PUÒ VOTARE

Possono votare per le elezioni comunali e municipali tutti i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età alla data del 12 giugno 2022. Potranno votare anche gli elettori residenti all’estero avvisati tramite cartolina-avviso. Per i referendum abrogativi gli elettori residenti all’estero voteranno invece per corrispondenza tramite plico inviato dal Consolato di riferimento.

Potranno votare per le elezioni comunali e municipali anche i cittadini dell’Unione Europea residenti a Genova che, entro il 3 maggio 2022, abbiano fatto richiesta di essere iscritti alla lista aggiunta “Stranieri Comunali”: per votare devono essere in possesso di specifica tessera elettorale con dicitura “Comunali»”.

A questi si aggiungono i cittadini emigrati in un comune della provincia di Bolzano da non più di quattro anni, che devono presentare l’apposito attestato, inviato al nuovo comune di residenza.

COSA SERVE PER VOTARE

L’elettore dovrà presentarsi al proprio seggio munito della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento valido.

Qualora nella tessera elettorale fossero esauriti gli spazi, o in caso di smarrimento o furto, l’elettore può procurarsi una nuova tessera recandosi di persona o su delega.

  • presso l’Ufficio Elettorale di corso Torino, 11, che osserverà orario prolungato nei giorni di venerdì 10 e sabato 11 giugno dalle ore 8.10 alle ore 18 e domenica 12 giugno dalle ore 7 alle ore 23;
  • presso gli uffici municipali che osserveranno orario prolungato nei giorni di sabato 11 giugno dalle ore 8.10 alle ore 12.30 e domenica 12 giugno dalle ore 7 alle ore 23.

*** Non è richiesta la prenotazione per accedere agli uffici. ***

DOVE SI TROVANO GLI UFFICI MUNICIPALI

 MUNICIPIO I – CENTRO EST:

Piazza Santa Fede, 6

MUNICIPIO II – CENTRO OVEST:

Via Sampierdarena, 34

MUNICIPIO III – BASSA VALBISAGNO:

Piazza Manzoni, 1

MUNICIPIO IV – MEDIA VALBISAGNO:

Piazza Dell’Olmo, 3

MUNICIPIO V – VALPOLCEVERA:
Piazza Durazzo Pallavicini, 6 a

Via Guido Poli,12

MUNICIPIO VI – MEDIO PONENTE:

Via Sestri, 34

Viale Narisano,14

MUNICIPIO VII – PONENTE

Via Ignazio Pallavicini, 5

Piazza Giuseppe Bignami, 4

Piazza Sebastiano Gaggero, 2

*** MUNICIPIO VIII – MEDIO LEVANTE ***

Presso l’anagrafe di Corso Torino, 11

MUNICIPIO IX – LEVANTE

Piazza Ippolito Nievo, 1

Gli elettori sono invitati a controllare per tempo sia la scadenza e la validità dei propri documenti di identità sia la presenza di spazi sulla propria tessera elettorale.
Per venire incontro alle esigenze degli elettori sono state attivate postazioni supplementari per il rilascio delle tessere in corso Torino 11, piano terra.

SERVIZI AL CITTADINO E PER LE FASCE DEBOLI

Per agevolare i cittadini nell’espletamento del diritto di voto, il Comune di Genova ha attivato da tempo alcuni servizi rivolti, in particolare, alle fasce deboli:

  • da giovedì 9 giugno a domenica 12 giugno, è prevista la consegna a domicilio della tessera elettorale agli elettori anziani e/o disabili che siano assolutamente impossibilitati a recarsi presso gli uffici anagrafici e senza persona di fiducia a cui delegare l’incarico. Per informazioni rivolgersi ai numeri 010 5576829 / 010 5576841;
  • gli elettori con problemi di deambulazione possono esprimere il voto in una delle 179 sezioni (due in più rispetto al 2020) prive di barriere architettoniche appositamente allestite sul territorio: il voto municipale deve però essere espresso in una sezione appartenente allo stesso Municipio in cui il cittadino risulti residente. È inoltre attivo un servizio di prenotazione telefonica per il trasporto gratuito da casa al seggio: basta telefonare al numero 010/5741433, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 16 nel periodo lunedì 6 giugno – sabato 11 giugno;
  • i degenti in luogo di cura come ospedali e RSA e gli elettori in luogo di detenzione possono esercitare il diritto di voto nella struttura di ricovero o di detenzione, previa autorizzazione da richiedere all’Ufficio Elettorale per il tramite della direzione della struttura che usufruisce del seggio entro sabato 11 giugno alle ore 18 al numero 010 5576846). Gli elettori devono essere in possesso della tessera elettorale e di documento di riconoscimento valido: il voto per i referendum abrogativi è consentito a tutti, mentre quello per le elezioni comunali può essere esercitato solo dai residenti a Genova. Per le elezioni municipali possono votare solo gli elettori residenti nello stesso municipio in cui è ubicato il luogo di cura o detenzione;
  • gli elettori affetti da infermità fisica che comporti la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali/ intrasportabili affetti da gravissime infermità, possono inoltrare domanda corredata da certificazione della Asl all’Ufficio Elettorale per esprimere il voto a domicilio;
  • gli elettori affetti da infermità tali da non consentire l’autonoma espressione di voto possono avvalersi dell’assistenza in cabina di un componente della propria famiglia o di un altro accompagnatore di fiducia purché iscritti nelle liste elettorali di un comune italiano. In base alla legge 17 del 15 febbraio 2003, l’elettore che intenda avvalersi della facoltà del voto assistito deve procurarsi la necessaria documentazione medica rilasciata dalla Asl, attestante l’impossibilità presentando apposita richiesta all’Ufficio Elettorale;
  • L’esercizio del diritto di voto è possibile anche per gli elettori in condizioni di isolamento che facciano pervenire al Comune di residenza tra il decimo e il quinto giorno precedente alle votazioni apposita dichiarazione di voler votare presso il proprio domicilio, con il certificato medico che ne attesti le condizioni: ulteriori informazioni verranno pubblicate sul sito istituzionale a stretto giro.

TRASPORTO GRATUITO AI SEGGI:

 È previsto, come nelle precedenti consultazioni, un servizio di trasporto gratuito con navetta per agevolare il raggiungimento dei seggi costituiti nei seguenti istituti scolastici:
Municipio Ponente

Scuola elementare Fabbriche (Via Fabbriche 180): il servizio sarà garantito dalle ore 8 alle 13 e dalle ore 14 alle ore 19 con partenza da Via Fiorino, civ. 9 all’ ingresso della scuola.

Municipio Ponente

Scuola elementare Pratoline (Via Granara 10): il servizio sarà garantito dalle ore 8 alle 13 e dalle ore 14 alle ore 19 con partenza da Via San Carlo di Cese adiacenze civ. 59 all’ ingresso della scuola.

Municipio Centro Ovest

Scuola elementare Taviani (Corso Martinetti 77G): il servizio sarà garantito dalle ore 8 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 19 con partenza dal cancello in corso Martinetti fino all’ingresso della scuola.
Municipio Bassa Val Bisagno

Scuola elementare Fontanarossa (Via Ginestrato 11): il servizio sarà garantito dalle ore 8 alle 13 e dalle ore 14 alle ore 19 con partenza dal parcheggio di Via Pinetti (di fronte al civico n. 66) al cortile superiore della scuola.

Municipio Medio Levante

Scuola media Pascoli (Via Nizza, civ. 5): il servizio sarà garantito dalle ore 8 alle 13 e dalle ore 14 alle ore 19 con partenza da Piazza Palermo civ. 13 fino a via Nizza 5.

DOVE CONSULTARE I RISULTATI

I risultati comunicati da ciascuna sezione elettorale saranno visibili in tempo reale sul sito istituzionale del Comune di Genova, dove è possibile reperire tutte le informazioni relative alle modalità di voto e i recapiti degli uffici comunali cui rivolgersi per chiarimenti.

MODALITÀ DI VOTO

Le schede per i referendum sono di diversi colori – rosso, arancione, giallo, grigio e verde -; trattandosi di referendum abrogativo chi vuole mantenere le norme in vigore deve rispondere NO, chi le vuole eliminare deve rispondere SÌ.

La scheda per le elezioni comunali è di colore azzurro.

È ammesso il voto disgiunto (è cioè possibile votare per un candidato Sindaco e per una lista diversa da quelle che lo sostengono). Se l’elettore esprime due preferenze, queste devono essere date a candidati di sesso diverso: in caso contrario, la seconda preferenza viene annullata (art, 73, terzo comma, T.U 267/2000 aggiornato).

La scheda per le elezioni municipali è di colore rosa.

Anche in questo caso è ammesso il voto disgiunto (è cioè possibile votare per un candidato Sindaco e per una lista diversa da quelle che lo sostengono). Se l’elettore esprime due preferenze, queste devono essere date a candidati di sesso diverso: in caso contrario, la seconda preferenza viene annullata (art, 73, terzo comma, T.U 267/2000 aggiornato).

LO SPOGLIO

Al termine delle votazioni, si procede allo scrutinio dei referendum.

Lo spoglio delle schede relativo alle elezioni amministrative inizia lunedì 13 giugno alle ore 14 con le elezioni Comunali e, a seguire, lo scrutinio delle Municipali.

I risultati comunicati dalle sezioni elettorali sono visibili sul sito del Comune di Genova.

CORONAVIRUS: LE MISURE ADOTTATE PER LA PREVENZIONE

Ecco le principali misure di prevenzione per tutelare la salute e la sicurezza di elettori e componenti dei seggi elettorali e per evitare assembramenti (previste dal D. L. 41 del 4 maggio 2022 e dal protocollo sanitario congiunto Ministero dell’Interno e Ministero della Salute 11 maggio 2022):

  • Ciascun elettore deve rispettare le regole basilari di prevenzione (ad es., evitare di recarsi al seggio in caso di temperatura corporea superiore a 37.5°C);
  • Nelle strutture con più di cinque seggi, per evitare la formazione di assembramenti, gli elettori potranno sostare nelle aree di attesa esterne presenti;
  • All’ingresso, gli elettori (e chiunque vi acceda) dovranno indossare la mascherina chirurgica e igienizzare le mani, utilizzando i gel a disposizione;
  • La segnaletica orizzontale (a pavimento) e verticale (a parete) indicherà i percorsi da seguire;
  • Prima di ricevere la scheda elettorale e di entrare nella cabina, l’elettore dovrà igienizzare nuovamente le mani; lo stesso, a distanza non inferiore a un metro, dovrà abbassare la mascherina, per il tempo strettamente necessario a consentire il riconoscimento;
  • Dopo aver votato, l’elettore inserisce personalmente le schede nelle rispettive urne;
  • Sono previste periodiche pulizie di seggi e locali utilizzati.

ALCUNI NUMERI SULLA MACCHINA ELETTORALE

Sono stati nominati:

  • 669 presidenti di seggio (di cui 16 per i seggi speciali), tutti nominati dalla Corte d’Appello;
  • 644 scrutatori (400 sono stati sostituiti al 31/05/2022)

Per garantire il regolare svolgimento delle consultazioni sono stati individuati:

  • 167 addetti al plesso;
  • 90 tra telefonisti, informatici e personale addetto a fornire consulenza ai seggi.

Per assicurare il buon funzionamento delle attrezzature informatiche, telefoniche, delle strutture e degli impianti sono impegnati dipendenti tecnici, amministrativi e operai delle varie Direzioni comunali, ai quali si aggiungono numerosi operatori di sportello per rilascio di duplicati di tessere elettorali, gli agenti e le pattuglie di Polizia Locale, oltre, ovviamente, al personale della Direzione Servici Civici.

 

Ti può interessare anche
Tags:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu