Nessun commento

Idrogeno dai rifiuti

Non bastano una fabbrica che ammorbandoci l’aria ha portato lavoro e morte per oltre mezzo secolo; un depuratore a cielo aperto a cui mani pietose misero un telo sopra; il percolato di un’enorme discarica; un depuratore di area centrale (DAC) che accoglie liquami e fanghi di tutta Genova e un biodigestore con annessa centrale a biogas. Ci mancava proprio il trattamento dei rifiuti solidi. C’è chi li chiama miasmi, esalazioni, fetori, lezzo, tanfo, puzza, odoraccio ma è pur sempre merda quella che pare convergere in questo quartiere da ogni parte della città. Cornigliano capitale europea della rumenta. Fortunatamente, come in un film di Benigni, il nostro problema è però solo “il traffico”

Ti può interessare anche

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu