Nessun commento

Genoa torna con tre punti dopo aver battuto Cosenza (e arbitro e Var)

Il Genoa conquista la quinta vittoria in campionato e sale al momentaneo secondo posto in coabitazione (18 punti), dietro alla rivelazione Ternana (19). La vittoria arriva dopo oltre un tempo giocato in 10 per l’espulsione di Bani e nonostante alcune decisioni dell’arbitro, Niccolò Baroni, e del Var, che hanno fatto infuriare giocatori e panchina del Genoa. Nel primo tempo i rossoblù schiacciano il Cosenza che riesce a superare la metà campo solo una volta. Gli uomini di Blessin dopo un lungo assedio vanno in vantaggio con un rigore di Coda per un fallo di mano di un difensore calabro. Il Genoa però rimane in dieci per l’espulsione di Bani, dopo due gialli molto contestati. Pochi minuti e il Genoa raddoppia con uno spettacolare tiro al volo di Strootman.
Sul 2-0, nel recupero, l’episodio che ha fatto nuovamente infuriare giocatori e panchina del Genoa: il Var richiama Baroni, che vede da pochi passi un fallo a favore del Genoa per una entrata in gioco pericoloso ma, rivista l’azione, l’arbitro concede rigore al Cosenza perché l’attaccante ha anticipato il difensore. Le immagini tuttavia mostrano anche un chiaro fallo di mano di un altro giocatore cosentino che avrebbe fermato l’azione prima del contatto. Dal dischetto il Cosenza accorcia le distanze.

Ti può interessare anche
Tags:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu