Nessun commento

Cornigliano, dal Comune 130mila euro per il commercio penalizzato da Covid e cantieri

Stanziati dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore al Commercio Paola Bordilli e al Bilancio Pietro Piciocchi, i ristori per le attività commerciali che, oltre alle conseguenze negative causate dall’emergenza Covid-19, hanno dovuto fronteggiare difficoltà connesse alla presenza di importanti cantieri realizzati dal Comune. Il primo bando pubblicato, con un budget di 130.000 euro, riguarda il quartiere di Cornigliano, in particolare le micro e piccole imprese con sede in: via Cornigliano, via Dufour, via Piana, via Verona, via Vetrano, via De Cavero, via Pellizzari, via Gattorno, via Brighenti e via San Giovanni d’Acri.

«Riconoscere sostegni alle imprese in caso di cantieri impattanti e di lunga durata è una importante azione che per la prima volta il Comune di Genova mette a sistema confermando un attento ascolto del territorio e delle sue esigenze. Sono molto soddisfatta di questo lavoro fatto, come prima area, su Cornigliano per il quale devo ringraziare Confcommercio Genova ed il suo Civ di zona grazie ai quali abbiamo potuto strutturare questo provvedimento – spiega l’assessore Bordilli – Andiamo così incontro a quelle richieste di supporto, soprattutto di piccole e micro imprese, che oltre alle perdite subite per il Covid hanno dovuto anche convivere per lunghi periodi con la presenza di cantieri cittadini, che ha impattato sulla loro attività.».

Oltre a via Cornigliano, dove è in corso la riqualificazione del quartiere, si sta lavorando già su altri casi come Ponte obliquo di Sestri Ponente, Ca’ Nova, scolmatore in Val Bisagno.

«Sono tutti cantieri strategici per la rigenerazione urbana e per la messa in sicurezza del territorio, in alcuni casi per opere attese da tantissimi anni – spiega l’assessore Piciocchi – certamente l’impatto su alcune attività commerciali, già fortemente danneggiate dalle chiusure e dalle restrizioni collegate alla pandemia, è stato sentito e pertanto abbiamo ritenuto necessario dare un supporto concreto alle imprese per il rilancio tessuto socioeconomico locale».

 

Il bando per Cornigliano è a sportello: il contributo sarà corrisposto, in ordine di protocollo di arrivo e sino a esaurimento delle risorse:

  • 2.000 euro per le imprese già attive alla data del 1° luglio 2019 con almeno un dipendente per un periodo non inferiore a mesi sei;
  • 1.500 euro per le imprese già attive alla data del 1° luglio 2019 prive di dipendenti;
  • 1.000 euro per le imprese non ancora attive in loco alla data del 1° luglio 2019;

Possono presentare domanda, fino al 30 aprile, le imprese che abbiano l’attività in locali con vetrine e accesso a piano strada prospicienti vie, piazze e spazi pubblici.

 Non potranno beneficiare dei contributi solo alcune attività tra cui case e sale da gioco, sale scommesse, compro oro, centri massaggi, articoli per soli adulti (sexy shop), money transfer e money change, internet point, vendita di derivati dalla canapa, vendita mediante distributori automatici in locale dedicato, esercizi e/o attività aventi carattere temporaneo e stagionale. Il bando è pubblicato sul sito del Comune di Genova al link http://www.comune.genova.it/content/bando-sportello-assegnazione-di-contributo-economico-fondo-perduto-sostegno-degli-operatori-

Ti può interessare anche
Tags:

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu